Chi è online

 8 visitatori online

Letture consigliate

Banner


Notizie flash

ECLISSI ANULARE DI SOLE IN ALLINEAMENTO CON LA TERRA, PLEIADI E CENTRO GALATTICO

Oggi 20 MAGGIO 2012 - ECLISSI ANULARE DI SOLE IN ALLINEAMENTO CON LA TERRA, PLEIADI E CENTRO GALATTICO
L'eclisse sarà visibile solo da alcune zone del pianeta, le stesse che saranno interessate dal cono d’ombra proiettato dalla Luna.
L’eclissi parziale coprirà, con il suo cono d’ombra, Stati Uniti, Messico, Oceano Pacifico e Asia Orientale. L’orario indicato è compreso tra le 20:53 UTC di oggi e le 2:49 UTC di domani, con un picco di visibilità collocato nel Pacifico settentrionale, in corrispondenza delle Isole Aleutine, alle ore 23:53 UTC.
È prevista una durata totale del fenomeno di 5 minuti e 46 secondi.
........
Le eclissi si ripropongono sistematicamente, seguendo quelli che vengono definiti “cicli di Saros”, che contano un periodo di circa 19 anni nel ripetersi del fenomeno; lo stesso, tuttavia, non avviene mai allo stesso modo né sulle stesse zone. La periodicità è in virtù del fatto che Terra, Sole e Luna tornino ad occupare le medesime posizioni durante le eclissi, in ciascun nuovo ciclo di Saros.

Tanto la letteratura popolare quanto quella tecnica contengono molti riferimenti alle eclissi solari di oggi come a quelle di secoli fa; alcuni tratti da testi antichissimi, altri da considerazioni che ambiscono a collegare l’evento a fatti contestuali accaduti nel passato.
Da migliaia di anni l’uomo guarda all’eclissi come ad un fenomeno astrale e geometrico di indubbia bellezza, poiché rappresenta un particolare allineamento tra Terra, Luna e Sole. La sensazione inquietante che emergeva nei secoli passati era però sempre connessa ad un cattivo presagio.
.....
È noto come il particolare e periodico allineamento galattico influisca decisamente sulle maree, causate dalla forza gravitazionale che la Luna, coadiuvata da quella pur inferiore del Sole, esercitano sulle imponenti masse d’acqua. L’evento si può però rapportare alla situazione del novilunio, in cui le forze gravitazionali del satellite e della stella vanno inevitabilmente a sommarsi poiché i due corpi celesti viaggiano più o meno nella stessa direzione.

Soprattutto se teniamo conto di segnali che ci vengono da epoche lontane, come il calendario Maya, di 18 mila anni fa, o da fonti sconosciute, come i cerchi nel grano.
L’antico popolo mesoamericano ebbe la capacità di tracciare il cielo stellato dei nostri tempi, individuando tanto i cicli di Venere quanto le eclissi senza sbagliare i calcoli a distanza di secoli. L’eclissi di Sole dell’11 agosto 1999 fu prevista con – addirittura! – 33 secondi di ritardo.
Prima ancora, nel codice di Dresda, l’eclissi totale dell’11 luglio 1991 è citata come “il primo incontro terreno con i Signori delle stelle”.
L’avvenimento, perfettamente visibile dal Messico, fu ripreso da centinaia di telecamere che inquadrarono anche una sorta di astronave nel cielo.
Da quel momento, sempre più frequenti, a Città del Messico, le sfere di luce che, singole o in flottillas, volteggiano in formazioni misteriose o in EBANI.

Le stesse vengono messe in rapporto con i pittogrammi delle coltivazioni cerealicole che, soprattutto nell’ultimo decennio, hanno mostrato un legame simbolico con la data della prossima eclisse.
Il 9 agosto 2005, lo spettacolare glifo comparso ad Oxfordshire mostra visibilmente il nostro cielo del 20 maggio 2012. Un’eclissi anulare di Sole, e l’allineamento celeste.

 
Crop Circles trovati in Yogya, Indonesia

24 gennaio 2011 - Il primo Crop Circle del 2011 è stato trovato in Yogya (Yogyakarta), Indonesia. Sabato notte, un residente sentì un suono tipo il rombo di un chopper, ma lo ignorò. La Domenica mattina un grande cerchio è apparso nel campo di riso del borgo di Krasakan.

La forma è composta da un triangolo e due cerchi più piccoli іn mezzo ad un cerchio più grande, del diametro tra i 25 ed i 30 metri. 

"I cerchi sono qui da eri mattina. Io penso che li abbia fatti una nave spaziale aliena, come quelle che ho visto іn TV"  ha detto l'uomo il Lunedì. "E 'impossibile che siano stati fatti dal vento o dagli animali", ha aggiunto.



Il capo della polizia Adj.Sr.Com Sleman. Iwan Ramaini ha detto che non è sicuro se i cerchi sono stati creati da un UFO o se sono stati causati da qualche fenomeno naturale. Una inchiesta di polizia è tuttora in corso.

 

 

 

 
Crop a North Down

26 Settembre 2010 - North Down

 


 
Compare il terzo cerchio nel grano E’ in un campo vicino a Montagnana

08 giugno 2010 - E’ comparso il terzo cerchio nel grano. Si trova a Montagnana, esattamente a metà strada tra il cuore della cittadina murata e la frazione del Frassine.

Il cerchio. Il crop-circle è stato realizzato in via Pescara, tra gli incroci con via Maceratoi Gatto e via Sette Albere. Il campo che lo ospita si trova dirimpetto al civico 18 ed è di proprietà della famiglia Gemmo, che vive a qualche metro di distanza. La composizione, che si trova a una ventina di metri dalla strada, è formata da tre cerchi concentrici, simile a quello di Santa Maria d’Adige. Le dimensioni sono più o meno le stesse: il cerchio più esterno tocca i venti metri di diametro. Ma mentre nel primo i due anelli di spighe tutte piegate e 'pettinate' uguali sono identici e dello stesso spessore dei diaframmi di spighe intatti che li separano, in questo la fascia esterna è più larga di quella mediana. La vera particolarità è data però dal centro del crop-circle: il disco nel cuore della realizzazione ospita infatti al suo interno tre altri cerchi, separati l’un dall’altro da perfetti diaframmi di piante ancora ritte di forme triangolari arrotondate. Per notare questo dettaglio è tuttavia necessario spingersi fino a pochi passi dall’opera, oppure osservarla dall’alto.

 
Parma, il Cerchio di Torrechiara

L’11 Giugno 2009 esce un articolo su “La Gazzetta di Parma” in cui si da conto di un bel cerchio nel grano ritrovato qualche giorno prima (il 9 giugno) nei pressi di Torrechiara-Langherio, in provincia di Parma. Si tratta di un cerchio maggiore che contiene quattro circonferenze che si intersecano.

L'ufologo Giorgio Pattera, biologo vice-Presidente dell'associazione "Galileo" e responsabile scientifico del Centro ufologico nazionale di Roberto Pinotti questa mattina ha effettuato il sopralluogo di prammatica nel campo di frumento all'ombra del castello di Torrechiara, dove è comprarso un "crop circle". Questo il suo parere: "Di alieni, vi assicuro, neppure l'ombra. Si tratta del solito nonché grossolano tentativo d'imitazione, ad opera dei 'circlemakers' di turno (giovani buontemponi, terminato l'anno scolastico), dei 'crop' genuini di matrice inglese. Lo si deduce da infinite tracce, lasciate sul terreno dalla scarsa perizia e dalla fretta (timore d'essere individuati?), appannaggio degli improvvisatori".

 

Fonte: www.cropfiles.it

 

 
Il primo cerchio nel grano del 2010

Ecco il primo crop circle comparso nel 2010 nello Wiltshire in Inghilterra. Misura approssitivamente 180 piedi di diametro. Si tratta di un cerchio composto da sei archi che intercettano un piccolo cerchio contenente altre circonferenze più piccole. Si distingue inoltre una forma a losanga in prossimità del sesto arco e sotto esso sono disposti sette cerchi a loro volta all’interno di un grosso arco.

L’ultima volta che un crop circles è apparso vicino all’Old Sarum è stato ad agosto 2006, il precedenza sono solo due le date in cui si è registrato il medesimo fenomeno nella zona e risale ad agosto 1998 e nel giugno 1992.

Ulteriori indagini sembrano rivelare che i crop circles siano legati e appaiano sistematicamente lungo una misteriosa “Ley Line” o linee temporanee, vere e proprie linee rette, larghe circa due metri ed equidistanti tra loro, che percorrerebbero l’intera superficie terrestre, incrociandosi tra loro in modo da formare una rete. Queste linee rette collegano luoghi antichi e luoghi sacri come appunto alcuni luoghi del Regno Unito.

 
Il Cerchio nel grano a Wilton Windmill e la grande Croce

Il 22 maggio 2010 un Cerchio nel Grano è apparso vicino al mulino di Wilton, nell’Inghilterra del Sud – un Cerchio con un messaggio in codice. Esso parla di un profondo slittamento di paradigma, un’inversione di orientamento.

Allude a due date: la Grande Croce, che si attiverà il 26 giugno 2010 e il 21 dicembre 2012.

Questo Cerchio nel Grano contiene un grande avvertimento, parla di crisi globale ma, al contempo, mostra la soluzione.

Il 26 giugno 2010 ci sarà una straordinaria costellazione planetaria: la Grande Croce. Secondo il messaggio del Crop Circle, il Sole quel giorno creerà un nuovo spazio, uno spazio di guarigione, un nuovo campo di consapevolezza.

 
Crop circle a Bagnara Arsa, Friuli

2 luglio 2010 - Misteriose forme geometriche, di enormi dimensioni (50 metri di diametro), ben visibili dall’alto, sono apparse martedì a Merlana di Bagnaria Arsa (Friuli), in un terreno dell’imprenditore) e presidente della squadra di calcio del Palermo) Maurizio Zamparini.
Sono molto simili a quelle che appaiono, da diverso tempo, in parecchie zone del mondo. Ufo nella Bassa? Sconosciuti fenomeni della natura o lo scherzo di qualche burlone?
I misteriosi disegni tracciati nel grano (“crop circles” è il termine tecnico) sono apparsi, martedì scorso, in un campo di circa dieci ettari di Maurizio Zamparini, a due passi dal centro commerciale Conforama (l’ex Mercatone) di proprietà dell’imprenditore.

Ad accorgersene sono stati alcuni lavoratori che hanno informato il presidente del Palermo calcio, il quale ieri mattina ha sorvolato la zona con un elicottero per rendersi conto dello strano fenomeno. E dall’alto sono apparsi nella loro complessità i tre cerchi concentrici, collegati da una retta.

Il maggiore, è stato misurato, ha un diametro di una cinquantina di metri.

E il grano, come è stato appurato anche da alcuni esperti giunti ieri da Venezia, appare piegato, non dunque schiacciato o spezzato. Come se una misteriosa forza lo avesse costretto a “sdraiarsi”, racconta chi lo ha visto.

 

Fonte: http://decorazionisegrete.blogspot.com

 
Nuovo bellissimo cerchio nel grano scoperto a Poirino (TO), è il più grande mai comparso in Italia

Poirino (Torino) 13 giugno 2010 - Nel fine settimana, nelle campagne poirinesi ha fatto la propria comparsa un ennesimo enorme cerchio nel grano, il più grande mai comparso in tutta Italia.

E definirlo semplicemente cerchio è davvero riduttivo, come è possibile capire semplicemente guardando le foto: siamo infatti davanti a una specie di enorme fiore a sei petali, composto da ellissi e più di un centinaio di cerchi dai diametri più disparati. Complessivamente, l’area occupata è di circa 150 per 150 metri.

Il pittogramma è il terzo registrato nella zona in 4 anni.

Fonte: https://evidenzaliena.wordpress.com

 

 

 
Bagnaria Arsa: torna il mistero dei cerchi nel grano

Torna anche in Friuli il mistero dei cerchi nel grano: quelli che vedete nelle foto tratta dal sito www.udine20.it sono stati individuati a Bagnaria Arsa. Forme geometriche, di enormi dimensioni circa 50 metri di diametro, ben visibili dall’alto, sono apparse martedì a Merlana di Bagnaria Arsa, in un terreno dell’imprenditore Maurizio Zamparini. Sono molto simili a quelle che appaiono, da diverso tempo, in parecchie zone del mondo. Ufo nella Bassa? Sconosciuti fenomeni della natura o lo scherzo di qualche burlone?

I misteriosi disegni tracciati nel grano (“crop circles” è il termine tecnico) sono apparsi, martedì scorso, in un campo di circa dieci ettari di Maurizio Zamparini, a due passi dal centro commerciale Conforama (l’ex Mercatone) di proprietà dell’imprenditore. Ad accorgersene sono stati alcuni lavoratori che hanno informato il presidente del Palermo calcio, il quale ieri mattina ha sorvolato la zona con un elicottero per rendersi conto dello strano fenomeno. E

dall’alto sono apparsi nella loro complessità i tre cerchi concentrici, collegati da una retta. Il maggiore, è stato misurato, ha un diametro di una cinquantina di metri. E il grano, come è stato appurato anche da alcuni esperti giunti ieri da Venezia, appare piegato, non dunque schiacciato o spezzato. Come se una misteriosa forza lo avesse costretto a “sdraiarsi”, racconta chi lo ha visto. Ufo, fenomeno paranormale, evento inspiegabile allo stato attuale della conoscenza o semplice scherzo, seppure ben architettato, da qualche bontempone?

Una cosa è certa: a Bagnaria Arsa, e non solo, ci si interroga sul misterioso disegno molto simile a quelli apparsi in tante zone del mondo, a partire degli Anni settanta, da quando in Inghilterra comparvero i primi segni, resi famosi anche da una pellicola, “Signs”, diretto nel 2002 da M. Night Shyamalan e interpretato da Mel Gibson e Joaquin Phoenix.
Un fenomeno che non è nuovo anche in Friuli: il 4 giugno dello scorso anno un enorme disegno sul grano era comparso alla periferia di Lignano, nella zona di strada Alzaia. I cerchi, del diametro di una trentina di metri, erano ben visibile dall’argine della Litoranea veneta. In quel caso, le spighe erano apparse appiattite in maniera uniforme o addirittura intrecciate.

 
Cerchi nel grano a San Benigno - Torino

27 maggio 2010 - Tornano i cerchi nel grano italiani. Questa volta in provincia di Torino, precisamente a San Benigno. Quattordici cerchi prefetti e una mezzaluna in un campo, ben visibili. Sono comparsi il 26 Maggio e hanno già fatto parlare il paese. La figura è composta da quindici elementi ed è stata scoperta da un appassionato di soft air mentre esplorava la zona alla ricerca di un “campo di battaglia” per il suo hobby preferito. L’opera infatti non è visibile dalla strada ma si può distinguere benissimo dall'alto.

«Mi ha subito chiamato - rac­conta l’amico Norberto V., 37 anni - e abbiamo scattato delle foto. Sono fatti davvero bene, dei cerchi perfetti di diametro diverso, dai due agli otto metri. E in più la mezzaluna. Non siamo riusciti bene a capire co­sa rappresentano, forse biso­gnerebbe vederli dall’alto. Il proprietario del campo ci ha spiegato che la sera prima non c’era nulla, quindi sono stati fatti nella notte tra martedì e mercoledì».

Il proprietario del terrenosi è lamentato molto per i danni economici subiti: «La sera prima mio marito aveva lavorato nel campo vicino – racconta la proprietaria del terreno del mistero, Anna Senatore – e non c’era nulla di strano». Pietro Vanera, suo marito, parla di disastro: «Ci hanno causato un gran bel danno economico: se solo scopro chi è stato...». Sua moglie è preoccupata: «in paese lo hanno saputo subito che c’erano quei cerchi: c’è stato tutto il giorno un bel via -vai nel prato. Io so già come finirà: il campo verrà tutto calpestato e addio raccolto».

I cerchi sono davvero belli, ma il disegno lascia il tempo che trova. Il fenomeno si inserisce nel filone dei crops circles italiani, che anche quest'anno fanno bella mostra di se, riuscendo a battare per tempismo addirittura i celebri colleghi inglesi. Naturalmente se avete testimonianze, materiale e opinioni in merito non avete che da comunicarcele.

 

fonte: http://www.ufoonline.it/2010/05/27/cerchi-nel-grano-a-san-benigno-torino/

 
Ufo a Brescia? Cerchi nel grano a Bagnolo Mella

Uploaded on: 04/05/10

 

 
Misterioso cerchio nel grano nel ravennate

Un misterioso cerchio nel grano è comparso nella notte tra sabato 29 e domenica 30 maggio nelle campagne del ravennate, a circa 80 chilometri da Bologna.
Lo strano fenomeno, inedito nella zona, ha destato moltissima curiosità tra gli abitanti del luogo e degli automobilisti di passaggio, al punto che si sono create lunghissime e pericolose code in quanto la carreggiata stradale, trovandosi su di un ponte con una curva cieca, è risultata quasi totalmente impegnata.

Le impressioni della gente, complice anche la mancanza di commenti ufficiali da parte delle autorità locali la fanno da padrone. Da un lato chi sostiene possa trattarsi della burla di qualche bontempone, dall’altra chi invece calca il campo di grano alla ricerca di tracce o segni lasciati da una non meglio specificata astronave aliena.

I più scettici come sempre sono gli anziani, che non credono assolutamente che quell’opera possa essere di qualche omino verde sceso dal cielo in una notte di fine maggio. “Qua non c’è nessuna nave, qua si tratta di uno scherzo di qualcuno che sabato sera non sapeva cosa fare e non ha fatto altro che rovinare un raccolto – dice un anziano in bicicletta -, perchè pensate che ora quel contadino possa venderlo quel grano? Chi lo compra?”, si domanda prima di allontanarsi.

 
Cerchio nel grano nel torinese. Un’opera d’arte di 90 metri

23 giu 2009 - Ormai è un appuntamento fisso. Ogni anno, in questo periodo, in provincia di Torino viene rinvenuto un enorme cerchio nel grano, sempre più bello e sempre più complesso. Questa volta, il campo scelto dagli “artisti” per realizzare la propria opera si trova a Riva di Chieri, in località Cascina Martina.

E si tratta sicuramente di un cerchio (o “crop circle” per dirla all’inglese) ragguardevole, che non sfigura con quelli che siamo abituati a vedere in Inghilterra.

A notarlo per primo - e a segnalarlo al sito Internet specializzato www.margheritacampaniolo.it - è stato Luigi C., un 39enne appassionato di volo: «L’emozione - racconta - è stata incredibile, incredibile». E non vederlo in effetti era difficile: il disegno ha un diametro di circa 90 metri.

Per apprezzarne le dimensioni basta dare un’occhiata alle foto a lato e confrontarlo con il vicino capannone industriale. Anche definirlo semplicemente cerchio è riduttivo: si tratta di un “rosone” composto da 96 differenti parti: 72 cerchi e 12 rombi. Al centro 12 ellissi formano una specie di fiore.

 

fonte: www.100spiare.it

 
Tarquinia, è mistero: spuntano cerchi nel grano
30 aprile 2010 - misteriosi cerchi nelle campagne di Tarquinia. Burloni o UFO?

Ufo: mistero cerchi nel grano a Tarquinia. - Misteriosi cerchi nel grano sono stati rinvenuti improvvisamente stamattina nelle campagne di Tarquinia, in direzione dell'antica civita.

Stando alle ultime notizie provenienti dalla città etrusca di Tarquinia, i suddetti cerchi sarebbero comparsi misteriosamente e nessuno saprebbe spiegarne le origini al momento.
Sul posto si sono immediatamente recati giornalisti, curiosi e naturalmente esperti del fenomeno UFO.
Sulla natura dei così detti cerchi di grano aleggia grande mistero.
Fenomeno soprattutto britannico, i cerchi nel grano sono misteriosi disegni circolari che si presentano con forme e disegni vari.
Alcuni sono semplici cerchi, altri sono autentiche opere d'arte realizzate con tecniche di intrecciamento delle spighe (solitamente i cerchi sono fatti nel grano) piuttosto complesse che lasciano pensare a qualcosa che non sia opera dell'uomo.

Sono in molti, infatti, coloro che sostengono che a realizzare i cerchi siano gli UFO che attraverso questi disegni comunicherebbero informazioni in codice.
Tarquinia, opera di burloni o di alieni?
A questo dovranno rispondere gli esperti nei prossimi giorni.

 
E al mattino spuntano i cerchi nel grano, Viterbo

30 aprile 2010 - Appaiono i cerchi nel grano a Tarquinia, è mistero.

Questa mattina in località Alberata Dante Alighieri sono apparse delle strane forme geometriche su alcuni terreni coltivati a grano.

Il campo è stato subito preso d'assalto dai curiosi. In tanti si sono fermati a guardare più da vicino lo strano fenomeno per cercare di capire di cosa si trattasse.

C'è chi pensa che i cerchi siano opera di qualche essere superiore.

Altri sono convinti che ci sia lo zampino degli alieni e girano per le vie del paese sulle tracce degli omini verdi.

Sul posto intanto sono intervenuti i carabinieri secondo i quali i cerchi sarebbero solo dei danneggiamenti alle coltivazioni.

Secondo i militari quindi non ci sarebbe niente a che vedere con segnali esoterici o atterraggi di extraterrestri.

Dello stesso parere è anche Alessandro Sacripanti, presidente del centro ufologico di Tarquinia che, dopo un sopralluogo commenta: "Il cerchio è molto bello. Ben fatto e abbastanza regolare, ma non ci sono dubbi, è opera di qualcuno che si è divertito a scherzare con queste cose".

Un gioco, quindi, niente di più. "Sì, ribadisco che è stato solo uno scherzo - conclude Sacripanti -. Anche il proprietario del campo ci ha riso sopra... Alla fine il grano non è stato nenanche rovinato. Tra qualche giorno tornerà come prima".

 
La Libellula

lbellula3 giugno 2009 - La Libellula di Little London, Yatesbury, Wiltshire.
Lettura: Simbolo del Messaggero degli dei

Altra spettacolare formazione dotata di carica espressiva oltre la media. Osservate gli occhi come sono stati ben realizzati con cerchi di steli eretti ad imitazione degli occhi "cellulari" degli insetti.

La Libellula è chiamata Dragonfly in inglese, ed è quindi associabile al messaggero degli dei secondo le popolazioni pre-Colombiane che loro chiamavano serpente piumato, oppure al lung degli orientali, cioè il Drago benefico e portatore di conoscenza e potere spirituale.

 

la LibellulaInteressante il legame con il drago che emerge dalla coppa di Giovanni discusso nella formazione precedente. Il nome Libellula è invece derivato dal latino "libella", vale a dire bilancetta. Dunque il nome indica la Bilancia, simbolo di Giustizia e quindi del Cristo, il messaggero degli dei nella tradizione cristiana.

La libellula è capace di dominare il volo ma anche di galleggiare sull'acqua e queste sono caratteristiche del Cristo-Messia, e in generale dell'Uomo perfettamente reintegrato nella sua immagine divina, conoscitore del Volo astrale verso i mondi spirituali e dominatore del corpo acqueo-animico (Gesù cammina sulle acque, come fa la libellula).

La libellula è anche un insetto associato alla Velocità, dunque al Mercurio, il messaggero degli dei secondo i Greci (questa formazione può anche essere interpretata nelle sue linee essenziali come un caduceo, la verga di Mercurio).

 

fonte: http://astronavepegasus.forumattivo.com/

 

Sondaggio

Per me i Cerchi nel Grano sono...
 

Web Links [external]

Cropcircles and More
Le mappe dei più famosi Cropcircles nel mondo.
Cropfiles
Sito italiano dedicato al fenomeno dei cerchi nel grano.
Cropcirclealbum
Una raccolta fotografica spettacolare.
"Cerchi" nel Grano & Misteri nel Mondo
Il punto di vista di Claudia
Crop Circle Connector
Resources and related information including an International crop circle database.
Libri sui cerchi
Il mistero dei cerchi nel grano, una selezione di libri documentati, aggiornati e ricchi di immagini.
Circlemakers
Home of England's crop circle makers. Making the world a more interesting place.
Banner

Usiamo i cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Se prosegui nella navigazione acconsenti al loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information